I 10 gioielli più costosi (e famosi) venduti ad un’asta

Da anelli da sogno a diademi, i più ricchi intenditori non si fanno certo problemi per aggiudicarsi I pezzi di gioielleria più cari al mondo. 

Oppenheimer Blue

Questo anello di diamanti polverizzò ogni record mondiale di vendite all’asta, quando venne battuto nel Maggio 2016 per la sensazionale cifra di 57.7 milioni di dollari presso la sala Christie di Ginevra, andando ben oltre la stima iniziale di circa 38 milioni. Il gioiello deve il suo nome al vecchio proprietario, Sir Philip Oppenheimer, e con i suoi 14.62 carati si presenta come il più grande diamante “Fancy Vivid” mai apparso in un blocco d’asta.

 

Unique Pink

Proprio nello stesso mese, il titolo per l’anello di diamanti rosa più caro fu ottenuto da questo peculiare gioiello fancy a forma di pera: venduto sempre a Ginevra da Sotheby’s, con i suoi 15.38 carati, la sua ineguagliabile trasparenza e le intense tonalità ipnotizzò letteralmente tutti gli offerenti. I diamanti rosa sono appunto tra i più rari al mondo, contando appena il 5% di tutti i diamanti colorati (cosa che spiega l’astronomica cifra insieme a una crescita del loro valore pari al 350% negli ultimi dieci anni, secondo le stime della Fancy Color Research Foundation.

 

 

Cullinan Dream

I diamanti colorati vengono classificati secondo criteri come il grado di intensità e la saturazione delle tonalità, in una scala che passa da “Fancy Light” a “Fancy Deep”. Il Cullinan Dream è il diamante blue “Fancy Intense” mai venduta ad un’asta (da Christie’s a New York): incastonato in un anello di platino con diamanti baguette ai suoi lati fu battuto per un prezzo superiore ai 25 milioni di dollari (quasi un affare paragonato al su citato Oppenheimer..)

Sunrise Ruby

Non solo i diamanti contribuiscono a svuotare le tasche dei facoltosi amanti del lusso. Anche le pietre preziose colorate stanno raggiungendo picchi da record alle aste, guidate in primis dai rubini burma. In particolare, il “Sunrise Ruby”, con i suoi sbalorditivi 25.59 carati, ha spostato l’asta verso l’alto toccando i 30.3 milioni di dollari di offerta nel 2015 a Sotheby’s (Ginevra). Fiancheggiato da due diamanti bianchi, il rubino è incastonato in un anello Cartier e prende il nome da un antico poema scritto durante il 13imo secolo.

 

 

Crimson Flame

Offerenti che si sono svenati anche per mettere le mani sul “Crimson Flame”, un rubino che ha disintegrato ogni record di prezzo per carato, dopo esser stato battuto per 18 milioni di dollari ad Honk Hong (Christies). Questo rubino burma plasmato su una forma di cuscino, può vantare uno dei più ammirati colori “Pigeon Blood” (“Sangue di piccione”) ed è posto al centro di un anello interamente circondato di diamanti.

 

Se il denaro non fosse un problema, quale di questi capolavori di gioielleria farebbe lievitare la vostra offerta?  smiley